Grazie a DIAGNOcam ora è possibile diagnosticare la carie senza l’utilizzo di Raggi-X

Proteggete in anticipo i denti dei vostri bambini dalla carie!

La carie dei denti è una delle malattie infettive più frequenti. Quasi tutti ne soffrono nel corso della propria vita. La miglior protezione è la prevenzione con una profilassi regolare dal dentista ed una pulizia accurata a casa.

Prevenire è meglio che curare!
Se la carie viene individuata precocemente può essere facilmente rimossa senza dolore, preservando la sostanza sana del dente.Tra i denti rimangono spesso dei residui di cibo. Gli spazi interdentali sono quindi un nascondiglio ideale per i batteri. Le malattie dei denti come la carie o la parodontite si sviluppano quasi sempre negli spazi interdentali.

Lo sapevate?

Proprio come negli iceberg, il 90% della carie si nasconde sotto la superficie. Il dente viene danneggiato dall’interno, spesso dall’esterno non si vede nulla. Quindi, per individuare la carie in modo precoce, un esame meccanico non è sufficiente. In questo caso l’impiego di DIAGNOcam è un’alternativa efficace e allo stesso tempo poco invasiva.

Come funziona DIAGNOcam?
Il principio è molto semplice: DIAGNOcam illumina il dente rendendo visibili (a monitor) come punti scuri le zone colpite da carie. Il dente viene usato come un conduttore di luce, una videocamera cattura tale luce e la trasmette immediatamente ad uno schermo. E tutto questo senza raggi X! In questo modo le immagini possono essere acquisite quante volte si vuole.

Minima invasività con tecniche all’avanguardia. 

La moderna gestione della carie inizia con una pulizia professionale delle superfici dentali prima di andare alla scoperta di lesioni primarie, cavità e carie secondarie. Dopo aver trovato e valutato i fattori di rischio, seguono alla fine, a seconda della diagnosi, la pianificazione della terapia, le misure profilattiche, la sigillatura o, dove indicato, una preparazione a minima invasività con la terapia di otturazione appropriata.

L’obiettivo corrente dell’odontoiatria a minima invasività con il massimo di conservazione del tessuto dentale presuppone innanzitutto una diagnosi precoce della carie.

Prima di esaminare le superfici dentali e di usare la DIAGNOcam per supportare la diagnosi di carie, è indicata una pulizia professionale dei denti. Si eliminano così gli strati esistenti morbidi, e soprattutto duri, che possono dare falsi risultati.

Si ottengono la pulizia delle fessure e la rimozione delle macchine, come pure della placca morbida, mediante il PROPHYflex che nebulizza una polvere senza danneggiare la superficie dello smalto o traumatizzare i tessuti molli. L’operatore può eseguire l’operazione con bicarbonato di soda in polvere o perle di carbonato di calcio. Le macchie più tenaci e il tartaro sub o sopragengivale possono essere rimossi con un’apparecchio sonico a bassi livelli di rumorosità in modo da rendere possibile una procedura di trattamento indolore e particolarmente delicata.

Una possibile individuazione precoce della carie è la base per una salute sostenibile dei denti. Le carie al primo stadio individuate con la penna DIAGNOdent pen consente procedure non invasive e minimamente invasive con la massima protezione del tessuto dentale.

Related Posts

Leave a Comment

Le linee guida su prevenzione, diagnosi e cura nelle parodontiti